MAKER FACILITY

Tecnificio è un laboratorio abilitativo, diffuso e mobile, dove la sintesi progettuale avviene tramite strumenti analogici e macchine digitali per la microscala; un non-luogo a 3 dimensioni: un magazzino adottato nella vecchia Milano operaia, uno spazio in affido nello sprawl brianzolo, una finestra sul mondo attraverso la rete.

Agisce come un laboratorio partecipativo e abilitatore di conoscenze, che opera in una scala ridotta e pervasiva.
Le tecnologie a disposizione sono:
- laser cutter
- 3D printer
- pantografo CNC

La macchina per il taglio laser è in grado di forare e incidere, lavorando su 2 assi e facendo uso di ossigeno o azoto.
L’area di lavoro utile è di 3000 x 2000 mm e può tagliare o incidere materiali in lastre piane, di spessore variabile in base al tipo di materiale.
RepRap Galileo è una stampante 3D opensource ideata dal team italiano Kent’s Strapper.

La stampante 3D è un macchinario che realizza oggetti tridimensionali per sovrapposizione di strati di materiale termoplastico.
L’area di lavoro massima è di 210 x 240 x 200 mm e stampa in ABS o PLA.
Galileo permette di realizzare elementi con discreta resistenza meccanica e non pone limiti alla complessità dell’oggetto.

Il pantografo CNC è un macchinario a 3 assi in grado di forare, scavare e svuotare le lastre di materiale.
L’area di lavoro utile è di 1800 x 2000 mm. Le lavorazioni sono perpendicolari al piano.
Tecnificio dispone anche di una piccola dotazione di strumenti tradizionali analogici e di piccoli macchinari elettrici.
Oltre a questo, il temporaty fablab mette a disposizione alcuni Arduino Uno e delle strip led (di varia potenza e temperatura colore) per integrare eventuali parti elettroniche nei prototipi.

Grazie a un approccio veloce e trasverale, garantisce risposte coerenti che rispettano le tipicità e parlano i dialetti di ciascun gruppo di prosumer: Maker, Artigiani, Hacker, Designer, Geek… per il Klingon ci stiamo attrezzando.

 
Back to top